SCIA acconciatore

Descrizione del Procedimento e riferimenti normativi utili

Data di pubblicazione:
20 Giugno 2020

Esercizio dell'attività di acconciatore come definita dalla normativa sotto elencata.

La nuova apertura, il subingresso ed il trasferimento della sede di esercizio di detta attività è soggetta a segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) e non sono subordinata al rispetto di distanze minime o di parametri numerici prestabiliti e all'obbligo di chiusura infrasettimanale.

Sono fatti salvi il possesso dei requisiti di qualificazione professionale, ove prescritti, e la conformità dei locali ai requisiti urbanistici ed igienico-sanitari.

Regolamento comunale per l’esercizio delle attività di acconciatore ed estetista R-AE001

Unità Organizzativa responsabile dell'Istruttoria

Sportello Unico Attività Produttive

Responsabile del procedimento

Istruttore direttivo Grossardi Danila
E-mail danila.grossardi@comune.mondovi.cn.it
Tel. 0174/559932

comune.mondovi@postecert.it

al predetto responsabile è possibile rivolgersi nei seguenti orari: martedì dalle 08,30 alle 12,30, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 08,30 alle ore 12,30 e sabato dalle ore 08,30 alle ore 12,00.

Modalità di avvio, modulistica e allegati

link

Elenco documentazione da allegare alla SCIA

 

1

Dichiarazione del direttore tecnico (imprese non artigiane)

2

PLANIMETRIA in scala 1:100 con destinazione d'uso dei locali e indicazione delle postazioni di lavoro, timbrata e firmata dal titolare

3

SINTETICA RELAZIONE riportante quanto segue:

a) elencazione di tutte le attrezzature ed apparecchiature elettromeccaniche utilizzate all’atto della presentazione della presente segnalazione;

b) descrizione delle modalità di disinfezione degli utensili all’atto della presentazione della presente segnalazione

4

Copia attestato qualificazione professionale di estetista o acconciatore

5

Copia atto pubblico o scrittura privata autenticata di cessione/affitto dell’azienda (solo in caso di subingresso)

6

Copia documento d’identità del dichiarante in corso di validità

7

Copia documento d’identità del direttore tecnico in corso di validità

8

Copia permesso/carta di soggiorno in corso di validità (per cittadini stranieri extraUE)

Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell'interessato

link

Termini di conclusione del procedimento

L’attività può essere iniziata immediatamente, una volta presentata la SCIA al SUAP, ai sensi dell’art. 19 comma 2 della L. 241/1990.

In caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti per l’esercizio dell’attività, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione, il Comune adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa. Qualora sia possibile conformare l’attività intrapresa e i suoi effetti alla normativa vigente, il Comune, con atto motivato, invita il privato a provvedere, disponendo la sospensione dell’attività intrapresa e prescrivendo le misure necessarie con la fissazione di un termine non inferiore a trenta giorni per l’adozione di queste ultime. In difetto di adozione delle misure stesse, decorso il suddetto termine, l’attività si intende vietata.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

link

Servizio on Line

Sportello Unico per le Attività Produttive

Oneri e pagamenti, modalità di effettuazione

-

Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia

Ultimo aggiornamento

Venerdi 25 Settembre 2020