5x1000: una scelta di valore a sostegno della Città

In fase di dichiarazione dei redditi, è possibile scegliere di destinare il cinque per mille dell'Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) a sostegno del proprio Comune di residenza o alle Associazioni attive sul territorio comunale.

Data:
04 Luglio 2020
Immagine non trovata

Tale scelta può essere effettuata apponendo la firma nell’apposito spazio sul modulo allegato alla dichiarazione dei redditi. Donare non costa nulla al contribuente (l'imposta viene comunque detratta), ma consente al cittadino di contribuire all’incremento degli investimenti in campo sociale della propria Città, con particolare focus – per quanto riguarda le donazioni al Comune – sugli anziani e sui servizi volti a favorire la socializzazione e la vita di relazione.

 

Cos’è il 5x1000?

Il 5x1000 è una quota dell’Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) che tutti i contribuenti possono donare al proprio Comune di residenza o ad Associazioni ed Enti che operano in campo sociale.

 

È una tassa aggiuntiva?

No, è una “quota” che viene comunque detratta. Se si sceglie di non destinarla, essa sarà versata allo Stato.

 

Come effettuo la donazione al Comune?

Per destinare la quota del 5 per mille al Comune di residenza è sufficiente apporre la firma nell'apposito riquadro presente sul modello di dichiarazione dei redditi.

 

Perché è importante donarlo?

Perché consente ai Comuni, alle Associazioni e agli Enti di avere più risorse a disposizione da investire in campo sociale.

 

Come impiega il Comune di Mondovì le cifre ricavate dalle donazioni?

Per accrescere il servizio in ambito sociale, per sostenerne le spese e favorire la vita di relazione. Negli ultimi anni, ad esempio, con il 5x1000 il Comune ha sostenuto spese relative ai centri anziani e al trasporto agevolato per le persone con difficoltà. 

 

Entro quando devo donare?

Modello 730: fino al 30 settembre 2020;

Modello 730 precompilato: fino al 30 settembre 2020;

Modello Redditi (ex Unico) Persone Fisiche: fino al 30 novembre 2020.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 11 Settembre 2020