Incendi boschivi: un vademecum per proteggere le abitazioni nelle vicinanze delle aree boschive

Pubblicato l’opuscolo informativo di Anci e Vigili del Fuoco

Data di pubblicazione:
22 Giugno 2022
Incendi boschivi: un vademecum per proteggere le abitazioni nelle vicinanze delle aree boschive

L’Anci (Associazione nazionale comuni d’Italia), in collaborazione con il Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso pubblico e della difesa civile, ha diffuso il “Quaderno Incendi di interfaccia” destinato a tutti coloro che vivono in prossimità di aree boscose o ricche di vegetazione e vogliono valutare la sicurezza della propria abitazione rispetto ai rischi di incendio.

Si tratta di una guida sintetica per non addetti ai lavori, che aiuta a  valutare la sicurezza della propria casa nelle aree di interfaccia urbano-rurale.

In questi ultimi anni gli incendi di vegetazione, sempre più di frequente, coinvolgono, danneggiandole, abitazioni ed infrastrutture che si trovano a diretto contatto con le aree naturali, nonostante l’impegno profuso dalle forze di soccorso.

L’opuscolo illustra in modo semplice come valutare le caratteristiche delle specie vegetali in funzione della loro risposta al fuoco, la distanza dagli edifici e tutti gli altri fattori che possono aumentare o ridurre l’esposizione al rischio di danneggiamento per le strutture.

Ogni anno, in determinati periodi, le Regioni dichiarano lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi, emanando specifiche norme di salvaguardia e protezione ed attivando e/o rinforzando la propria organizzazione di contrasto agli incendi. Prima di questi periodi sarebbe opportuno aver già effettuato la valutazione del rischio per le proprie abitazioni, e intrapreso le misure di mitigazione più idonee per contenere o eliminare i possibili danni da incendio di vegetazione.

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 23 Giugno 2022