Dispositivi antiabbandono: proroga termini e contributi per l'acquisto

La norma entrerà in vigore il 6 marzo 2020. A partire dal 20 febbraio sarà possibile richiedere il bonus per l'acquisto.

Data:
04 Febbraio 2020

La legge n. 117 del 2018 ha modificato l'art. 172 del CdS introducendo l'obbligo - per chiunque trasporti in auto minori di 4 anni - di installare dispositivi per prevenire l'abbandono di bambini nei veicoli chiusi.

L'entrata in vigore della norma è stata prorogata al 6 marzo 2020.

Come previsto dal Decreto, i dispositivi dovranno attivarsi automaticamente ed essere dotati di un allarme in grado di avvisare il conducente della presenza del bambino nel veicolo attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e tattili, percepibili all'interno o all'esterno del veicolo.

Tali dispositivi potranno anche essere dotati di un sistema di comunicazione automatico per l'invio di messaggi o chiamate.

 

TIPOLOGIE PREVISTE

Così come stabilito dall'articolo 3 del Regolamento di attuazione, i dispositivi anti abbandono possono essere di tre tipologie:

  • dispositivo integrato all'origine nel seggiolino auto per bambini;
  • una dotazione di base o un accessorio del veicolo, compresi nel fascicolo di omologazione del veicolo stesso;
  • dispositivo indipendente sia dal sistema di ritenuta per bambini sia dal veicolo.

 

CONTRIBUTI PER L'ACQUISTO

Per agevolare l'acquisto dei dispositivi è stato istituito un fondo che consentirà di riconoscere un contributo economico per ciascun dispositivo acquistato.

Per ottenere il bonus sarà necessario registrarsi, a partire dal 20 febbraio, sulla piattaforma informatica Sogei accessibile su www.sogei.it o su www.mit.gov.it.

Il contributo sarà erogato mediante il rilascio di un buono spesa elettronico del valore di 30 euro, valido per l'acquisto di un dispositivo antiabbandono per ogni bambino di età inferiore ai quattro anni.

Avrà diritto al rimborso anche chi ha già acquistato il dispositivo. Per ottenerlo occorrerà farne richiesta registrandosi sulla piattaforma Sogei entro sessanta giorni dal 20 febbraio e allegando copia del giustificativo di spesa.

 

SANZIONI PREVISTE

Chi non si doterà di questi dispositivi incorrerà nelle violazioni previste dall'art. 172 C.d.S. con sanzione amministrativa da 81 euro a 326 euro (pagamento entro 5 gg. euro 56,70) e la decurtazione di 5 punti dalla patente.

Prevista poi la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi, se viene colto a commettere la stessa infrazione più di una volta nel giro di due anni.

Ultimo aggiornamento

Martedi 27 Ottobre 2020